Close

16 Giugno 2017

Il fattore umano e la Cyber Security – Workshop al DCS di Poste italiane

Poste Italiane  ha organizzato presso il Distretto Cyber Security di Cosenza il quarto workshop del programma Eventi 2017, dal tema “ Il fattore umano e la Cyber Security”, in collaborazione con Polizia Postale e Cmf Italia.
La Cybersecurity è per i più materia esclusiva degli specialisti della sicurezza, tralasciando il ruolo determinante dei fruitori delle tecnologie delle informazioni. Il crescere delle minacce informatiche richiede da parte degli esperti di sicurezza preparazione e proattività per una continua ricerca di soluzioni atte a prevenire gli attacchi o a mitigarne gli impatti, ma quando si parla di strategie di sicurezza non si può non tener conto del fattore umano che si propone prepotentemente anello fondamentale nella catena della sicurezza. Le aziende che implementano le proprie strategie di cybersecurity avendo come oggetto  le sole tecnologie, si ritrovano inesorabilmente ad essere vittime di attacchi informatici. L’analisi dei report sugli attacchi informatici rivela, infatti, come il cybercrime tende sempre di più a sfruttare le vulnerabilità collegate al fattore umano. Sorge, in quest’ottica, la necessità di potenziare la governance sulla sicurezza.
Il workshop ha ampiamente illustrato il tema della cybersecurity attraverso l’analisi della componente comportamentale. Nel suo intervento iniziale sulla Human Vulnerability, Nicola Sotira, Responsabile di Tutela delle Informazioni di Poste Italiane, ha evidenziato quanto sia importante aumentare la consapevolezza sul tema della sicurezza in un mondo che diventa sempre più digitale. Una breve introduzione, inoltre, è stata proposta da Roberto Esposito, Risorse Umane Territoriali Calabria di Poste Italiane.
Ospite al tavolo dei relatori anche Vincenzo Cimino, Dirigente del Compartimento di Reggio Calabria della Polizia Postale e delle Comunicazioni, che ha presentato alcune importanti iniziative sulla sicurezza del web, finalizzate a promuovere i temi della navigazione protetta dei minori su Internet e della sicurezza informatica. In particolare, è stata presentata la campagna educativa della Polizia Postale “Una vita da social”, che solo in Calabria ha coinvolto 136 docenti, 1260 studenti e 70 genitori. In occasione della campagna si sono svolti incontri e dialoghi con i ragazzi, proiettato supporti video e fornito informazioni e consigli pratici di comportamento. È stata introdotta, inoltre, l’indagine conoscitiva “Quanto condividi?”, un questionario anonimo sulle abitudine dei ragazzi sui social. Cimino ha infine ricordato l’importanza della sinergia tra le Forze dell’Ordine e le Istituzioni nella lotta al cyber crime, rimarcando il connubio storico tra Poste Italiane e la Polizia Postale.
Il workshop è stata anche l’occasione per divulgare le attività messe in campo da Poste Italiane per il contrasto e la prevenzione del crimine informatico, realizzate in collaborazione con Istituzioni, Scuole, Università ed Enti di ricerca. Tra le iniziative figura la Campagna di Sensibilizzazione, presentata nel corso dell’incontro da Marianna Cicchiello – Tutela delle Informazioni di Poste Italiane, che comprende la Mostra Eroi e Vittime dei Social Media, un’esposizione permanente nei locali del Distretto Cyber Security concepita per diffondere, soprattutto tra i giovani, la cultura di un uso sicuro e consapevole dei social. L’esposizione ha già registrato nel suo primo mese di apertura numerose visite da parte di scolaresche di Cosenza e provincia.
Ospite dell’incontro anche il Direttore Artistico del Museo del Fumetto di Cosenza, Luca Scornaienchi, che ha presentato l’iniziativa di un concorso a fumetti sul tema della Cyber Security che partirà per l’anno scolastico 2017-2018. Per l’iniziativa, promossa da Poste in collaborazione con il Museo, è stata coinvolta la giovanissima disegnatrice Lorenza Di Sepio. I due personaggi da lei creati ‘Simple&Madama’ sono calati in un mondo fatto di pixel per spiegare ai ragazzi i pericoli legati al web. Scornaienchi ha inoltre annunciato la partecipazione di Poste Italiane al Festival del Fumetto “Le strade del Paesaggio” che si terrà a Cosenza dal 22 settembre all’8 ottobre 2017.
È seguito l’intervento di Armando Nuzzolo, Seminar Leader e Business Coach di Cfm, il quale ha affrontato il tema delle emozioni, spiegando come sia possibile prevedere e valutare il comportamento umano, utilizzando come strumento concettuale la scala del tono emozionale. Nuzzolo ha inoltre parlato di competenze trasversali e di digitale, ponendo l’accento sugli ingredienti della competenza e sulle principali soft skills, quali la comunicazione, la pianificazione, l’organizzazione.
In chiusura, Nicola Sotira ha presentato i Master universitari di II livello in Sicurezza delle informazioni ed Ethical hacking, che Poste Italiane in collaborazione con il dipartimento DIMES dell’Università della Calabria sta organizzando per il prossimo anno accademico.

Gallery – le foto del workshop

Il workshop su “Il fattore umano e la Cyber Security” è stato trasmesso in diretta streaming e sarà inserito tra i corsi online nell’area e-learning, alla pagina https://www.distrettocybersecurity.it/courses/

 

Il fattore umano e la Cyber Security – Workshop al DCS di Poste italiane ultima modifica: 2017-06-16T09:00:12+02:00 da Alessandra Rose

16 Giugno 2017