Close

10 Dicembre 2015

Il Distretto Cyber Security partecipa al Tavolo Tematico “ICT e Terziario innovativo” della Smart Specialisation Strategy (S3) della Regione Calabria

Il 10 dicembre 2015 si è svolto a Catanzaro, il Tavolo Tematico “ICT e Terziario innovativo” della Smart Specialisation Strategy (S3) presieduto da funzionari e dirigenti regionali al quale hanno aderito numerosi stakeholders locali appartenenti al mondo accademico ed a quello delle piccole medie e grandi imprese attive nel settore ICT ed impegnate in attività economiche e di ricerca industriale.

La Smart Specialisation Strategy (S3) è un’agenda integrata di sostegno all’innovazione che, attraverso una attenta programmazione dei fondi strutturali, ha l’obiettivo di valorizzare le eccellenze degli ambiti e/o delle nicchie di mercato dove i territori dispongono di chiari vantaggi competitivi, o di determinate potenzialità di sviluppo imprenditoriale. E’, in sintesi, una strategia di specializzazione intelligente ed un’agenda di trasformazione economica di lungo periodo che attinge risorse dai fondi strutturali e di investimento europei.

Con lo scopo di sperimentare forme innovative di partenariato allargato, la Regione ha avviato un percorso di confronto e condivisione con gli attori locali che ha portato la giunta regionale ad ed approvare la propria Strategia Regionale di Innovazione per una Specializzazione Intelligente nell’Agosto 2015. Il documento è stato inviato alla Commissione Europea insieme al POR Calabria 2014-2020 che lo ha successivamente approvato.

Tra i driver di innovazione individuati, la Regione ha identificato anche quello relativo all’ICT e Terziario innovativo e nell’ambito del Programma Operativo Regionale POR-FESR 2104-2020, ha messo a budget circa 210 milioni di euro di risorse per consolidare e incanalare gli investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione.

La giornata ha visto 30 interventi di imprenditori, startupper, docenti universitari e importanti stakeholder del mondo industriale della durata di 5 minuti ciascuno, durante i quali sono stati esposti i progetti in ambito ICT attivi in Calabria e presentate una serie di richieste, agli interlocutori regionali presenti al tavolo, relative essenzialmente a: inclusione nella strategia di ambiti non precedentemente considerati, definizione modalità più smart di partecipazione ai bandi regionali, tempi brevi sulla predisposizione dei prossimi bandi e sull’erogazione delle risorse, maggiore informazione sull’uso dei fondi e soprattutto sui risultati raggiunti dai singoli progetti, sia in termini di sviluppo economico del territorio che di creazione di occupazione stabile nel tempo.

L’evento si è arricchito degli interventi di numerose start up calabresi tra cui SPINTEL, CALBAT, ALTILIA, OMNIA ENERGIA, TALENT LAB, GIPSTECH.

Il dott. Michelangelo Rosarno, è intervenuto al tavolo in rappresentanza di Poste Italiane durante l’intervento ha brevemente illustrato le attività Distretto Cyber Security di Cosenza, fornendo i primi risultati raggiunti in termini di crescita di occupazione stabile. E’ stato inoltre sottolineato il ruolo strategico dell’ecosistema di Cyber Security del Distretto come catalizzatore e facilitatore per aziende non presenti sul territorio che vogliano aprire branch-office in Calabria ed illustrato il modello vincente di placement occupazionale in corso per i 54 studenti neolaureati che stanno frequentando i 3 Master in Cyber Security, tenuti presso il Distretto. Infine sono state evidenziate le immediate ricadute industriali delle attività di ricerca e sviluppo che, seppur non ancora concluse, hanno già dato i primi risultati in termini di produzione di prototipi industrializzabili che sono di elevato interesse, sia per Poste che per il mondo delle imprese e della PA.

È stato possibile, in estrema sintesi, dimostrare in maniera pragmatica come l’ecosistema Distretto Cyber Security, sia un modello che genera valore e favorisce la crescita del sistema economico calabrese e, più in generale, quello del Sistema Paese.

Lo scopo di tale evento, è stato quello di riunire tutte quelle realtà che creano innovation in Calabria.

Il dibattito tra i vari partecipanti, ha messo in evidenza le esigenze del settore ICT nella nostra Regione, mentre il percorso di partecipazione diffusa ha rafforzato il processo di “scoperta imprenditoriale” e porterà alla costituzione di “gruppi di lavoro” permanenti e strutturati per la ulteriore definizione e specializzazione della strategia S3.

Ha chiuso i lavori del tavolo tematico il dott. Paolo Praticò, Dirigente Generale della Regione Calabria e autorità di Gestione dei fondi POR Calabria FESR, che ha invitato tutti i presenti a continuare a partecipare ai futuri appuntamenti del tavolo tematico ed ha richiesto di predisporre e condividere documenti di approfondimento delle tematiche inerenti lo specifico ambito “ICT e terziario innovativo”, in maniera tale da dare un contributo alla predisposizione dei bandi per l’erogazione delle risorse disponibili.

Il Distretto Cyber Security partecipa al Tavolo Tematico “ICT e Terziario innovativo” della Smart Specialisation Strategy (S3) della Regione Calabria ultima modifica: 2015-12-10T16:38:36+02:00 da Cyrano

10 Dicembre 2015